Contenuto Principale












 






______________


 

Via Legnago Sassuolo, il Sindaco ci ripensa: "Ci siamo sbagliati. Aperta a doppio senso"
Provincia - Sassuolo
Mercoledì 12 Aprile 2017 14:12
altDopo 7 mesi di discussioni, di modifiche, di raccolte firme, di accesa contrapposizione tra cittadini ed amministrazione, il tutto si risolve nella clamorosa quanto inaspettata dichiarazione del Sindaco Claudio Pistoni: "Ci siamo sbagliati e via Legnago sarà riaperta". Una dichiarazione che assume anche valenza politica nel momento in cui lo stesso Pistoni, nella nota stampa diffusa nel pomeriggio, collega la decisione (che è quasi un dietro-front), alle ultime scritte vandaliche apparse su uno dei cartelli all'accesso della via con un messaggio inequivocabile: "Pistoni vattene". Ed è per questo che lo stesso sindaco prevede che la sua scelta (che potrebbe passare come un cedere ai vandali ed alle intimidazioni), sia un ulteriore fonte di polemica e di critica. Fatto sta che è come se 7 mesi di discussioni fossero state annullate e le scelte della giunta rinnegate su tutta la linea dalla stessa amministrazione.

Di seguito pubblichiamo integralmente la nota stampa con la dichiarazione del Sindaco inviata dal Comune

"Via Legnago sarà riaperta al traffico nel doppio senso di marcia.
“Per quanto mi riguarda è stata una decisione difficile da prendere – commenta il Sindaco di Sassuolo Claudio Pistoni – non tanto per ciò che comporta ma per il contesto in cui viene presa, con l’atto vandalico ancora fresco sui muri: c’è il rischio sia interpretata come vittoria dei delinquenti. In realtà, al termine di questo periodo all’introduzione dei limiti di traffico, va riconosciuto che l’intervento, pur avendo raggiunto l’obiettivo di togliere traffico improprio da quella strada, ha provocato un aggravamento della viabilità nella zona del quale è doveroso tenere conto e riavvolgere il nastro. Il problema, infatti, non è stato risolto neanche con la soluzione intermedia che abbiamo introdotto.

Abbiamo aspettato il tempo necessario a verificare gli effetti, anche quando la novità è diventata abitudine, ma i problemi sono rimasti per cui ne prendiamo atto.
Il tema era, ed è, giusto e reale: l’attraversamento improprio del traffico, con una strada utilizzata a mo di tangenziale, crea problemi ai residenti non solo di via Legnago ma anche di via Venezia e del primo tratto di via Mantova; non è una guerra tra diversi schieramenti di residenti, che hanno posto un problema concreto.
La soluzione è stata sbagliata, tanto da creare problemi al resto del quartiere, e ne prendiamo atto.

Viviamo in un momento – aggiunge il Sindaco – in cui credo che per risolvere le questioni ci si possa anche arrogare il diritto di sbagliare attraverso decisioni che vanno prese, sperimentate. Basta non cedere all’orgoglio e riconoscere quando si sbaglia: questo è quello che facciamo con la riapertura di via Legnago.
E’ una scelta che molti non condivideranno, proprio per le implicazioni legate all’atto vandalico ed al rischio di darla vinta ai delinquenti; nelle decisioni, però, un Amministratore deve andare oltre se stesso e mettere l’interesse comune davanti a tutto, anche al proprio orgoglio. Anche per questo non ho sporto denuncia per diffamazione, è un modo d’agire che non mi appartiene, ma denuncia verrà fatta per i danni economici provocati alla città: mi auguro vivamente che gli autori del vandalismo verranno presi e costretti a pagare”.

La questione dell’attraversamento improprio del traffico in via Legnago, comunque, rimane e verrà affrontato nuovamente nel prossimo futuro. “Cercheremo soluzioni che non penalizzino i residenti del quartiere – conclude il Sindaco di Sassuolo Claudio Pistoni – e, comunque, le discuteremo con loro: migliorare la qualità di vita di alcune zone della città, non solo del Parco ma penso a Rometta alta e bassa o Braida, era e rimane uno degli obiettivi della nostra Amministrazione”.
www.ilnuovogiornaledimodena.it