Contenuto Principale












 






______________


 

Per le Cantine modenesi torna il Concorso Enologico "Matilde di Canossa-Terre di Lambrusco"
Sabato 16 Aprile 2016 13:08

alt

E’ giunta ai blocchi di partenza la nuova edizione (la settima) del Concorso enologico “Matilde di Canossa – Terre di Lambrusco”, che nel 2015 ha portato alla selezione finale ben 90 vini, dei quali 28 prodotti in provincia di Modena e presentati da 15 aziende. Così come era avvenuto per la precedente edizione, fortemente improntata alla valorizzazione internazionale dei prodotti selezionati, anche nel 2016 le attività promozionali legate al Concorso promosso dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia in collaborazione con le Camere di Commercio di Modena, Parma, Mantova, il Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi si arricchiscono di una serie di azioni finalizzate all'export, puntando i fari, in particolare, sull’Area Scandinava.

Vanno dunque in questa direzione alcune specifiche iniziative: un percorso per insegnare alle aziende ad esportare e a migliorare le proprie strategie Export in tale Area, strategie di web marketing per rinforzare la propria presenza on line su mercati con consumatori attenti fruitori del web, un Educational Press tour di quattro giorni indirizzato a giornalisti e opinion leader stranieri del settore wine in concomitanza con la cerimonia di premiazione (in programma a fine giugno), una giornata Paese dedicata a tale Area per conoscere meglio il mercato agroalimentare e un confronto diretto fra aziende vitivinicole e operatori commerciali provenienti da Danimarca, Norvegia e Svezia, previsto in novembre.

E’ dunque con questo sguardo fortemente orientato all'internazionalizzazione che per i viticoltori emiliani e mantovani è scattato il conto alla rovescia per la partecipazione all’edizione 2016 del Concorso enologico “Matilde di Canossa-Terre di Lambrusco”, proposto annualmente dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia per valorizzare e promuovere la miglior produzione di lambrusco.

L’iniziativa - patrocinata dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali – è dedicata alle aziende produttrici di Lambrusco delle province di Reggio Emilia, Modena, Parma e Mantova alle quali è offerta l’opportunità di veder premiato il proprio impegno sulla qualità delle produzioni e, contemporaneamente, di inserire nella prestigiosa vetrina del concorso i propri prodotti.

Le aziende interessate hanno tempo sino all’11 maggio per iscriversi alla nuova edizione del Concorso enologico “Matilde di Canossa – Terre di Lambrusco” e presentare i campioni di vino sui quali avverrà poi la selezione, prevista il 26 maggio ad opera di commissioni formate per pubblico sorteggio e composte ciascuna da 6 tecnici e da un sommelier.

Il concorso riguarda quattro categorie di vini: Vini Lambrusco frizzanti a denominazione di origine controllata (Dop), Vini Lambrusco frizzanti designati con indicazione geografica tipica (Igp), Vini Lambrusco spumanti a denominazione di origine controllata (Dop) e, dallo scorso anno, i Vini Lambrusco spumanti ad Indicazione Geografica Tipica (Igp).

La proclamazione ufficiale dei vini premiati è prevista, come si è detto, per fine giugno, quando andrà in scena l’Educational Tour per la stampa specializzata e sarà pubblicata la nuova guida “Terre di Lambrusco 2016”.

Folta e prestigiosa, anche per il 2016 la compagine delle realtà istituzionali che affiancano la Camera di commercio di Reggio Emilia per la buona riuscita del Concorso: oltre al Ministero delle Politiche Agricole, infatti, patrocinano la manifestazione la Regione Emilia Romagna, Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna e le CCIAA di Modena, Parma e Mantova; collaborano con la Camera di Commercio di Reggio Emilia Assoenologi, A.i.s. (Associazione Italiana Sommelier – Sezione dell’Emilia) e i quattro Consorzi che operano nelle zone tipiche di produzione del Lambrusco: Consorzio per la Tutela e la Promozione dei Vini Dop Reggiano e Colli di Scandiano e Canossa, il Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi, il Consorzio Volontario per la Tutela dei Vini dei Colli di Parma ed il Consorzio Vini Mantovani.