Contenuto Principale












 






______________


 

Riorganizzazione sanitaria, SEL Modena: Più Salute meno Sanità
Sabato 18 Luglio 2015 12:45

alt"In occasione dei lavori della Conferenza Territoriale Socio – Sanitaria, riteniamo condivisibili le affermazioni del Sindaco Muzzarelli in merito alla necessità di rivedere l’assetto del sistema provinciale in un’ottica di integrazione delle funzioni e della gestione a partire dai servizi erogati dal Policlinico di Modena e dall’Ospedale di Baggiovara. 

È evidente che le esigenze di una seria riorganizzazione non riguardano esclusivamente il Comune di Modena in senso stretto, al contrario hanno ricadute sull’intera provincia: in una visione di ottimizzazione dei servizi e di contenimento degli sprechi, tale revisione organizzativa e gestionale, la quale deve avvenire tutelando le esigenze dei cittadini a partire dal mantenimento dalla verifica del funzionamento e successivo eventuale mantenimento, dei servizi fondamentali quali i punti nascite e tutta la rete dell’emergenze, è indispensabile, ma non sufficiente. 

Non basta ripensare all’accorpamento di sedi, alla redistribuzione delle risorse, all’unificazione della gestione al fine di evitare doppioni di servizi nel raggio di pochissimi kilometri.

La politica deve essere in grado di far passare un messaggio innovativo che vede le amministrazioni impegnate non solo ad occuparsi di “sanità”, bensì di “salute” nel senso più ampio possibile: i servizi somministrati dagli ospedali, luoghi di cura per soli casi acuti, sono affiancati da una serie di servizi, quali possono essere ad esempio quelli erogati dalle Case della Salute, che integrano l’aspetto della cura in senso stretto con la prevenzione e l’educazione ad una vita più sana. 

SEL considera che solo una simile prospettiva possa rispettare a lungo termine le esigenze di risparmio senza dimenticare la tutela di tutti i cittadini, i quali se supportati adeguatamente nella conduzione di stili di vita salutari, meno in futuro avranno bisogno di ricorrere al sistema sanitario".

Lo afferma Mariella Lioia, (nella foto) Coodinatrice Federale SEL Modena