Contenuto Principale












 






______________


 

Nel fine settimana si rivive l'ottocento a Villa Sorra
Provincia - Modena
Giovedì 14 Luglio 2016 06:55

alt

Rivivere la battaglia del 1814 tra i soldati francesi di Napoleone e quelli austriaci del duca Francesco IV d'Asburgo-Este, scoprire quali erano le danze del tempo, assaggiare cibi ispirati all'epoca, oppure assistere a spettacoli itineranti nel Giardino Romantico di Villa Sorra. Questo e tanto altro sarà possibile nel corso della terza edizione di Napoleonica, da venerdì 15 a domenica 17 luglio nella storica Villa di Castelfranco Emilia, in provincia di Modena. Un ricco programma di appuntamenti, a ingresso gratuito, che prende il via venerdì alle 19.00 con l'apertura de l'Hostaria della Vecchia Guardia - dove si potranno gustare pietanze ispirate ai menù dell'epoca e la birra artigianale “Napoleonica” - e degli stand a tema che propongono, tra gli altri, artigianato, accessori, e perfino giocattoli ottocenteschi, originali o riprodotti fedelmente.

Nelle serate di venerdì e sabato, con il Gothic and Mistery Night, si verrà catapultati nel 1816, anno del risveglio dal sogno - o dall'incubo - napoleonico, quando George Byron, John Polidori, Percy e Mary Shelley diedero vita a due delle più grandi icone del romanzo Gotico: il Vampiro e Frankestein. Uno spettacolo itinerante nel GiardinoRomantico di Villa Sorra, a pagamento (biglietto intero a 15.00 euro) e con prenotazione obbligatoria al 388 2529796, consigliato per gli adulti (venerdì alle ore 20.30, 22.00, 23.30, mentre sabato la stessa programmazione si ripete con l'aggiunta di uno spettacolo alle ore 01.00). 

Nelle giornate di sabato e domenicaall'apertura del mercatino artigianale si affiancherà quella dei campi storici, conle ricostruzioni degli accampamenti dei soldati napoleonici, che animeranno la festa a suon di colpi di moschetto e cannone. Poi tanto divertimento per grandi e piccoli con il Gran circo ‘800 di Monaldò (sabato dalle 16.00 e domenica dalle ore 10.00 con gran finale alle 19.30), il battesimo della sella e i laboratori per bambini “Giochi d'illusione ottica e 800 Cappelli” (sabato dalle 16.00 e domenica dalle ore 10.00), oltre alla possibilità di praticareun vero e proprio addestramento napoleonico (con Entra nel gioco, sabato e domenica alle 16.30). E ancora: dimostrazioni di artiglieria, manovre dei reparti e scontro tra francesi e soldati del Duca (Tuona il cannone!Sabato e domenica alle ore 17.00).

All'interno degli appartamenti di Villa Sorra sarà possibile fare un tuffo nell'Ottocento noleggiando abiti dell'epoca, scoprendo diorami e giochi tattici delle battaglie napoleoniche e seguendo dimostrazioni pratiche di fotografia con dagherrotipi, grazie a Immagini dal passato, a cura di Giorgio Gorini. Si potrà poi ammirare “Her Majesty's seamen: la marina inglese fino alla battaglia di Trafalgar”, una mostra di ricostruzioni sartoriali e caricature, accompagnata dai canti dei marinai inglesi.

La serata di sabato entrerà nel vivo a partire dalle ore 22.15 con Fuoco alle polveri!, una vera e propria battaglia notturna tra i francesi e i soldati del duca, per rivivere la storia del territorio modenese e gli avvenimenti che portarono alla restaurazione del duca Francesco IV d'Asburgo-Este nel 1814, dopo la lunga occupazione francese.

Non mancheranno interessanti conferenze a tema: come “Nascita ed evoluzione della marina britannica” a cura del dottor Matteo Di Legge (sabato alle ore 17.15), “Il soledi Austeriltz: storia della più grande vittoria di Napoleone”, a cura del dottor Carlo Scattolini dell'Associazione Napoleonica d'Italia (sabato alle ore 18.15) e “Napoleone e l'Italia: invasore o liberatore?”, a cura di Terra e Identità (domenica alle ore 17.30).

E poi visite guidate al Giardino Storico di Villa Sorra sui di Carlo Malmusi, come descritto sull'Osservatore Modenese nel 1851 (ore 17.00 e 18.00 di sabato e 10.30, 11.30, 17.00, 18.00 e 19.00 di domenica). Appuntamento anche con il cinema e Napoleone, con la proiezione - su maxi schermo sotto le stelle - di film a tema: da “I duellanti” di Ridley Scott (venerdì alle ore 22.30) a “N: Io e Napoleone” di Paolo Virzì (sabato alle stessa ora).

Domenica 17 luglio la manifestazione prenderà il via giàdalle 10.00 del mattino, riproponendo il fitto calendario di appuntamenti dei giorni precedenti a cui si aggiungeranno, tra gli altri, nel corso della giornata L'evoluzione della moda: dall'Ancien Régime all'Impero: un'attività didattica a cura di Associazione italiana Maria Antonietta (a partire dalle ore 16.00) e Quella sera al caffè Vernet, unospettacolo teatrale con aperitivo (dalle ore 19.00).

Non mancheranno poi appuntamenti con il ballo o con la musica: dagli stage di danze storiche a cura del Battaglione Estense (sabato alle ore 19.15), i cui ballerini si esibiranno in un vero e proprio Gran Ballo dell'Ottocento (domenica alle ore 18.30) al concerto di ottoni con repertorio ispirato all'epoca della You Brass Ensemble - un quartetto, quattro unetti, nel Salone ovale di Villa Sorra (venerdì alle 21.30), fino all'importante appuntamento musicale con Viva Verdi, un galà lirico sotto le stelle - con una selezione delle più celebri e amate arie dai capolavori verdiani - a cura dell'Orchestra Arcangelo Corelli di Ravenna, il cuiingresso è a pagamento (per info e costi:www.lacorelli.it e 339.624 9299) che andrà a chiudere l'intera manifestazione (domenica a partire dalleore 21.00).

“Per tre giorni i visitatori avranno l'occasione di entrare in contatto con la vita e la cultura dell'epoca, tanto negli aspetti militari quanto in quelli culturali - spiega Andrea Ferretti, di Crono, co-organizzatore della manifestazione - Napoleonica, infatti, grazie al lavoro di artisti e rievocatori storici e all'ambientazione nella splendida Villa Sorra la cui costruzione cominciò nel 1720 e si protrasse per vari anni, permetterà al pubblico di immergersi a pieno negli ambienti e nelle atmosfere del Diciottesimo e Diciannovesimo secolo”.

Napoleonica è un'iniziativa di XVS, Associazione per Villa Sorra, a cura di Crono organizzazione eventi, realizzata nell'ambito del progetto Funder35 e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.