Contenuto Principale












 






______________


 

Lavori Casello Modena nord. Passano gli anni ma nulla cambia, compresi i disagi
Attualità - Copia di In evidenza
Lunedì 15 Agosto 2016 21:45

alt

“Chiedo la massima sollecitudine nella conclusione della fase di affidamento delle opere per la realizzazione del nuovo svincolo all’uscita Modena Nord dell’autostrada A1”. E' la presa di posizione del Sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli nei confronti del presidente di Autostrade per l’Italia Fabio Cerchiai dopo aver appreso che la gara di appalto dei lavori per il casello di Modena Nord ha registrato un elevato numero di partecipanti, esito che potrebbe comportare rallentamenti nelle operazioni di assegnazione.

Sembra nell'ennesia puntata di una telenovela di cui non si veda la fiine. Per questo è bene fare un passo indietro e ripercorrere i tempi (lunghi) di quest’opera sempre promessa ma ad oggi mai realizzata.

Novembre 2014: Il Sindaco Giancarlo Muzzarelli, in una lettera al ministro delle infrastrutture Lupi, scrisse: "Il Comune di Modena ha recuperato le risorse per l’esproprio delle aree coinvolte e provveduto alla dichiarazione di pubblica utilità in modo da accelerare l’intervento. Sarebbe estremamente importante disporre del nuovo accesso in occasione dell’avvio di Expo 2015”.

Marzo 2012: L'Assessore Sitta, in Consiglio Comunale, annunciando l'accordo del nuovo svincolo: “L’accordo prevede una divisione dei compiti tra Amministrazione comunale, Anas e Società autostrade per l’Italia; il Comune si fa carico degli espropri e della gestione della rotatoria, mentre Autostrade sosterrà i costi di progettazione e realizzazione dell’opera e la gestione dell’asse viario”

Ma bisogna andare a oltre 6 anni fa per arrivare all'annuncio ufficiale dell'accordo, del progetto e degli espropri al fine di arrivare in tempi brevi, alla realizzazione di uno svincolo fondamentale per alleggerire il traffico in zona. Con tanto di progetto già elaborato

Ottobre 2010: Il casello autostradale di Modena nord sarà dotato di un nuovo ramo di accesso e uscita, dotato di due corsie per ogni senso di marcia, collegato a via Virgilio e alla tangenziale attraverso una nuova rotatoria. E’ questo, in sintesi, il progetto elaborato dal tavolo tecnico composto da Comune di Modena, Regione Emilia-Romagna, Autostrade per l’Italia e Anas, che ha licenziato l’accordo, firmato oggi, mercoledì 20 ottobre, in Municipio dal sindaco di Modena Giorgio Pighi, dall’assessore regionale Alfredo Peri e dal condirettore dei servizi tecnici Autostrade per l’Italia Riccardo Mollo.
Autostrade per l’Italia si accolla la progettazione e la realizzazione delle opere per un costo di 2 milioni 935 mila euro. Il Comune provvederà invece all’acquisizione delle aree necessarie per la realizzazione delle opere. Il progetto definitivo è già stato predisposto e consegnato agli enti competenti. La nuova rotatoria, che avrà un diametro di 50 metri, è stata ideata anche in funzione del futuro collegamento con lo svincolo della Campogalliano-Sassuolo, di competenza di Anas, che sarà realizzato in un secondo momento.
 
Ancor prima del 2010 il casello di Modena nord era considerato inadeguato alle esigenze della città. Nonostante gli annunci, sono passati anni ma i disagi per automoblisti, utenti ed imprese restano uguali.