Contenuto Principale












 






______________


 

Alta velocità: Modena superata da Reggio, rimane in terza classe
Martedì 04 Giugno 2013 15:41
altLe interconnessioni che dovevano collegare la linea dell'Alta velocità alla stazione di Modena, sono rimaste ferme, incomplete. Mentre il resto dei capoluoghi della nostra regione sono attraversati e serviti dai convogli superveloci, Modena è rimasta al palo e paga caro gli svantaggi provocati dall'avere scelto un tracciato dell'alta velocità che a differenza di altre città dell'asse della via Emilia, passa lontano della stazione centrale.
L'inaugurazione, in questi giorni dell'inaugurazione della nuova stazione di Reggio Emila che rappresenterà la tappa intermedia dell'Alta velocità della Bologna Milano, e che per questo sarà l'unica città ad avere una stazione avveniristica e nuova come quella di Bologna, pone la città cara a Prodi in una posizione di assoluto vantaggio rispetto a Modena.
"E' l'ulteriore conferma - ha affermato il Consigliere regionale e comunale del Popolo della Libertà, Andrea Leoni - di come Modena sia ormai stata definitivamente schiacciata e relegata dagli amministratori di sinistra ad un ruolo subalterno e secondario, anche sul fronte del trasporto ferroviario. Le scelte nefaste dell'ex sindaco PD Barbolini sul tracciato nord dell'alta velocità, da noi sempre contestato, hanno definitivamente compromesso lo sviluppo e gettato al vento una grande opportunità. Modena oggi è fanalino di coda, e lo sarà sempre di più, sul fronte delle infrastrutture stradali, ferroviarie, e fieristiche. Dopo che Parma ha ottenuto una Autorità Europea elevandosi di rango, Reggio Emilia avrà quello che Modena avrebbe potuto avere ma che per colpa dell'incapacità dei suoi amministratori non ha ottenuto. Il sistema di interconnessioni dell'alta velocità con la stazione ferroviaria, che poteva essere evitato con la scelta di un passaggio centrale da noi sempre sostenuto, è fermo. Mentre i treni veloci attraversano e si fermano nelle altre città, Modena viene evitata. Anziché integrare Modena e il suo territorio a pieno titolo nel sistema alta velocità l'Amministrazione comunale ha voluto scientemente che i nuovi treni la evitassero anziché attraversarla. Oggi ne paghiamo i danni"

Guarda il video sul progetto della stazione mediopadana dell'Alta Velocità di Reggio Emilia