Contenuto Principale












 






______________


 

Specializzati nelle truffe ad anziani: in manette tre napoletani
Cronaca - In evidenza
Venerdì 08 Aprile 2016 00:24

altSi erano specializzati in truffe ad anziani ma ad incastrarli è stato il fiuto per la truffa della cassiera di una banca dove una donna di 84 anni si era recata per un prelievo di 5000 euro sollecitato dai tre finti professionisti, ora arrestati. Si tratta di tre napoletani: Gennaro Farinelli e i due complici Gennaro Parisi e Giovanni Bonito. La loro tecnica era rodata e si basava su una chiamata di adescamento della vittima e di un appuntamento per il ritiro dei soldi. Funzionava così. 

Da Cattolica Farinelli telefonava alle vittime, tutte tra i 60 e i 90 anni, dicendo loro di essere un avvocato e che il figlio o un parente era rimasto coinvolto in un incidente e aveva la patente o l’assicurazione scaduta perciò doveva subito consegnare ad un incaricato svariate migliaia di euro. L'ultima della lunga serie di persone contatte è stata un'84 enne contatta da Cattolica da un finto avvocato con la richiesta di soldi per la necessità di un suo nipote. 


La signora ha risposto dicendo che non aveva quella somma in casa e che doveva rivolgersi alla banca. Ma alla richiesta del prelievo, il banchiere si è insospettito e dalla risposta della donna ha capito che qualcosa non andava, e ha deciso di contattare le forse delle forze dell'ordine che sono intervenuti, smascherando la truffa.Alla richiesta di prelevare 5mila euro in contanti, il bancario, insospettito, ha chiesto alla signora a cosa servivano. Lei ha spiegato la storia del figlio così per precauzione il bancario ha telefonato al figlio smascherando così la truffa.