Contenuto Principale












 






______________


 

Riordino partecipate Regione. Con quanto realizzato si abbassino le tasse
Cronaca - In evidenza
Giovedì 07 Aprile 2016 10:02

alt

La Regione ha presentato il piano di riordino delle società in house e delle partecipazioni societarie. Un piano che prevede il dimezzamento delle partecipate e che porterà, nelle intenzioni,  a risparmi per 9 milioni e a un’entrata fino a 11 milioni dalla vendita delle quote in capo alla Regione. Si prevede l’uscita da 8 società partecipate e la riduzione da 7 a 4 delle società in house, con la fusione fra Ervet e Aster e fra Lepida e Cup 2000. Dalla fusione nasceranno due poli specializzati: il primo sulla valorizzazione di territori, ricerca e ambiente e il secondo sullo sviluppo dell’Ict regionale. Per tutte le società saranno unificate le funzioni trasversali.

E’ un passo in avanti anche se si poteva osare di più. Ma questa operazione rischia di non essere sufficiente se le risorse 'liberate' non torneranno ai loro legittimi proprietari ossia ai cittadini dell’Emilia Romagna. Chiediamo quindi al Governatore Stefano Bonaccini di non lasciare le cose a metà e di utilizzare i risparmi e le entrate che si realizzeranno per abbassare le tasse di competenza regionale, cosa che fino ad oggi non ha fatto da quando ha assunto la presidenza della Regione Emilia Romagna.