Contenuto Principale












 






______________


 

Regione, martedì si parla del programma cinema-audiovisivo e dei requisiti per le case popolari
Cronaca - In evidenza
Lunedì 08 Giugno 2015 12:05

alt

L’Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna è convocata martedì 9 giugno 2015, dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 fino all’esaurimento dell’ordine del giorno. I lavori della giornata si aprono con l’esame del progetto di legge presentato da Tommaso Foti (Fdi), che punta a modificare l’articolo 25 della legge 24/2013 sull’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (Erp). La seduta prosegue con l’esame di sei atti amministrativi. 

Al primo posto, il "Programma regionale in materia di cinema e audiovisivo ai sensi della L.R. n. 20/2004, art. 12. Priorità e strategie di intervento per il triennio 2015-2017”. Di seguito, le due proposte riguardanti alloggi Erp e politiche abitative: sul primo dei due atti, “Specificazione dei requisiti per l’accesso e la permanenza negli alloggi di Erp e metodologia per il calcolo dei canoni”, sono già pervenuti sette emendamenti e tre ordini del giorno, due a firma Piergiovanni Alleva (AltraER), sul primo insiste anche un emendamento di Raffaella Sensoli (M5s), e uno presentato dalla Ln (primo firmatario, Daniele Marchetti). Il secondo atto riguarda l’ “Approvazione del programma pluriennale per le politiche abitative”.

Seguono: l’ ”Approvazione del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 dell’Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna” e l’atto che riguarda la “Programmazione degli interventi per la qualificazione e il consolidamento del sistema integrato dei servizi socioeducativi per i bambini in età 0-3 anni e le famiglie. Anno 2015”. A quest’ultimo oggetto sono abbinate tre risoluzioni: la prima della Ln, primo firmatario Fabio Rainieri, la seconda vede primi firmatari Rainieri e Francesca Marchetti (Pd), la terza presentata da Giulia Gibertoni (M5s).
Infine, l’atto che contiene gli “Indirizzi per gli interventi di qualificazione e miglioramento delle scuole d’infanzia”.

L’attività dell’Aula prosegue con l’esame di alcuni atti di indirizzo. Sono cinque risoluzioni, di cui la prima, sottoscritta da consiglieri del Pd (primo firmatario, Mirco Bagnari) e di Sel, riguarda il riconoscimento dello stato di crisi in edilizia, seguono due risoluzioni sul passante Nord di Bologna, la prima presentata da Marchetti (Ln) e Silvia Piccinini (M5s), la seconda da Foti (Fdi). Infine, due risoluzioni: la prima riguarda la messa in sicurezza del tratto piacentino della Ss45 Val Trebbia, a firma Foti (Fdi), la seconda e ultima, presentata dal Pd (primo firmatario Antonio Mumolo), chiede di promuovere la conoscenza del modello relativo alle “Comunità solari locali”.