Contenuto Principale












 






______________


 

Marea fucsia per la 5,30
Cronaca - In evidenza
Venerdì 05 Giugno 2015 11:34

altUna marea umana fatta prevalentemente da ragazzi, circa 3000 di diversi istituti della città, rigorosamente vestiti con una maglietta fucsia con stampato l'ora di inizio ed il nome dell'iniziativa: 5,30. Sono i partecipanti alla camminata non competitiva di 5 km, che è più una festa di fine anno scolastico, che si sono ritrovati all'alba al parco Novi sad di Modena
3.000 studenti hanno festeggiato la fine dell’anno scolastico correndo o camminando lungo i 5 km del percorso.

Un modo originale e soprattutto salutare per celebrare la fine dei corsi di studi e prepararsi alle vacanze estive, correndo o camminando nelle prime ore del giorno lungo i 5 chilometri del percorso. In tutto erano in 4000 coloro che hanno aderito al “Progetto Scuola” che gli organizzatori, Sabrina Severi e Sergio Bezzanti, portano avanti dal 2009. Il successo degli scorsi anni è stato confermato e superato. Una folla di giovani, con il loro entusiasmo ha riempito il Novi sad alla partenza ed all'arrivo e ha colorato le vie le centro di Modena, passando anche per Piazza Grande ed i Giardini Ducali. Dei 5 euro d'iscrizione versati, dagli studenti, 2 saranno dirottati  alle scuole per l'’acquisto di materiale e attrezzature sportive.

Tra gli studenti, c'erano anche le studentesse dell'Istituto Cattaneo Deledda di Modena, che hanno aderito al progetto "5.30 School Challege" un'iniziativa ideata dagli organizzatori e dagli insegnanti di educazione fisica dell'istituto, per stimolare uno stile di vita sano ed attivo in studentesse sedentarie. Dopo 3 mesi di allenamenti, le 20 ragazze hanno dimenticato il divano e si sono dimostrate pronte ad affrontare con il sorriso i 5 km all’alba.

Modena è considerata la tappa di casa, perché l’idea di organizzare una corsa alle 5.30 del mattino per promuovere sani e corretti stili di vita, nacque appunto sei anni fa dalla società sportiva modenese Ginger. Da allora, l’iniziativa è cresciuta talmente tanto al punto che quest’'anno viene esportata nelle principali città d’Italia e non solo. Il tour 2015, iniziato già con le tappe di Verona, Palermo, Milano e Torino, e Modena, toccherà in tutto ben 14 città.

“ Modena è la tappa di casa – commenta Sabrina Severi - per la 7° edizione abbiamo avuto 4.000 persone. Ma la cosa che ci fa più piacere è quella di essere riusciti ad entrare nelle scuole superiori con un messaggio che si è diffuso in modo virale ed incontenibile, fino a coinvolgere migliaia di studenti e i loro insegnanti ancora increduli del numero di adesioni raccolte! Possiamo, quindi, definire la tappa di Modena, la “più giovane” in termini di età dei partecipanti.”

La peculiarità di 5.30, poi, è quella di essere una manifestazione a impatto zero: frutta fresca di stagione, bicchieri per le bevande e il ristoro totalmente Green, niente gonfiabili, niente transenne, staffette in bicicletta, niente musica, solo l’entusiasmo dei partecipanti e l’attenzione di tutti a rispettare l’ambiente, per lasciare il luogo di partenza e arrivo perfettamente in ordine pochi minuti dopo la fine dell’evento. Proprio per questo, gli organizzatori hanno ricevuto quest'anno il patrocinio di Expo.