Contenuto Principale












 






______________


 

Piazza Roma, aperta e riqualificata un'area di 215 metri
Cronaca - In evidenza
Venerdì 11 Luglio 2014 17:23

altÈ stato aperto questa mattina, venerdì 11 luglio, il primo tratto di piazza Roma, nell’area più vicina ai portici e agli esercizi commerciali, in cui è stata completato l’intervento di recupero e riqualificazione, pari a una superficie di 215 metri quadrati con una pavimentazione di lastre di granito e cubetti di selce. Nel giro di un paio di settimane anche un altro tratto della piazza, questa volta in ciottolato, sarà reso fruibile e i lavori del primo stralcio proseguiranno nell’area rimanente del cantiere, con termine previsto per fine settembre, salvo avverse condizioni meteorologiche. All’inizio di agosto, inoltre è prevista la gara e la successiva aggiudicazione del secondo stralcio di lavori, da 1 milione 600 mila euro, il cui avvio è in programma nel mese di novembre.

“Il nostro obiettivo è creare un piano organico del centro storico per garantire la presenza di cittadini, il commercio e la qualità architettonica di Modena”. Lo ha detto il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, nel corso di un sopralluogo, questa mattina, insieme all’assessore ai Lavori pubblici Gabriele Giacobazzi e al dirigente del settore Manutenzione e logistica del Comune Nabil El Ahmadiè.

“Tale opera, realizzata in questo periodo per arrecare il minor disagio alle attività – ha proseguito il sindaco – arricchirà il centro storico e il Palazzo Ducale, sviluppando opportunità per la piazza e gli esercizi presenti. Lo sforzo che stiamo facendo è volto a creare una città più elegante e bella nell’interesse di tutti, da presentare ai turisti e a chi frequenta la nostra città, oltre che in vista di Expò 2015”.

Il tratto aperto al pubblico, in cui i lavori sono stati conclusi con circa una decina di giorni di anticipo rispetto ai tempi previsti, è una corsia di sette metri di lunghezza a fianco dei portici della piazza ed è stato realizzato in lastricato con superficie piana, facilmente percorribile.
Dopo la verifica da parte della Sovrintendenza dei beni archeologici dei reperti trovati sotto l’asfalto nell’area del cantiere, attività che ha richiesto circa tre mesi, stanno procedendo senza imprevisti i lavori del primo stralcio che, per un importo di 500 mila euro, prevedono la realizzazione del vano tecnico per gli impianti idraulici e la pavimentazione dell’area che da piazzale San Domenico si estende fino quasi al monumento a Ciro Menotti.

Le attività prevedono, tra l’altro, la rimozione e alla scarifica della pavimentazione stradale con il recupero dei ciotoli esistenti e dei lastroni di granito, la realizzazione della nuova fondazione e la posa della pavimentazione con ciotoli di fiume, blocchi di selce e granito.

Una volta concluso l’intervento complessivo, la superficie con ciotoli rappresenterà circa il 44 per cento dei 9.600 metri quadri dell’area (4.224 metri) che prevede oltre 5 mila metri di lastricati in selce o granito per consentire l’accessibilità alla piazza anche per biciclette e carrozzine, oltre che per il normale passeggio.