Contenuto Principale












 






______________


 

Tasse. Bonaccini e Muzzarelli: i due volti del renzismo
Cronaca - In evidenza
Lunedì 26 Gennaio 2015 19:43

altalt

Stefano Bonaccini e Giancarlo Muzzarelli ovvero i due volti del renzismo. Oltre al fatto di essere entrambi modenesi e di essere stati ambedue amministratori sia in Regione, sia in Provincia e sia in Comune a Modena (seppur con ruoli diversi) sono anche due renziani con approcci diversi.

Prendiamo ad esempio la questione fiscale (qualcuno parla di oppressione) che da tempo turba il sonno agli italiani. Al primo bilancio della sua amministrazione il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli ha riservato ai suoi concittadini una manovra fiscale da ben 9 milioni di Euro con aumenti dell’IMU, della TASI, della TARI e la conferma dell’imposta di soggiorno. 

Il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini nell’illustrare in aula il programma di legislatura ha invece deciso di percorrere una strada diversa. Ha solennemente preso l’impegno a non aumentare le tasse regionali, a ridurre la burocrazia e a dimezzare le società pubbliche e partecipate.

Per ora sono solo degli impegni, vedremo in futuro gli atti concreti, ma certamente emerge un’impostazione profondamente diversa da quella operata a Modena dove invece c’è una sorta di rivendicazione  da parte della Giunta Muzzarelli per aver imposto nuovi aumenti ai modenesi.

Per ora si prende atto che a soli pochi kilometri di distanza c’è una sensibilità diversa per quanto riguarda il capitolo fiscale. Il tempo ci dirà quale delle due scelte è più correttamente renziana. 


nella foto da sinistra: Stefano Bonaccini e Gian Carlo Muzzarelli