Contenuto Principale












 






______________


 

Villa Sorra, in un libro la storia di un luogo straordinario tra Modena e Bologna
Cronaca - In evidenza
Lunedì 15 Dicembre 2014 14:46

alt

“Villa Sorra. Storie di un luogo straordinario fra Modena e Bologna” è il titolo del libro di Andrea Di Paolo che si presenta alla biblioteca comunale Lea Garofalo di Castelfranco Emilia mercoledì 17 dicembre alle 21 in una serata aperta a tutti. A parlare della pubblicazione, nella Sala Gabriella Degli Esposti di piazza della Liberazione 5, sarà l’autore con il sindaco di Castelfranco Stefano Reggianini, presidente della “Conferenza dei sindaci complesso di Villa Sorra” di cui fanno parte anche gli altri Comuni proprietari: Modena, Nonantola, S. Cesario sul Panaro.

Il lavoro di Di Paolo rappresenta una testimonianza dei cambiamenti storici che hanno riguardato la Villa e il suo parco, e contribuisce ad arricchire il patrimonio documentario del territorio e della comunità, valorizzando l’importante complesso storico. Pagina dopo pagina, il volume propone un viaggio nel tempo dalla fine del ‘600 ai giorni nostri, grazie anche alla presentazione di una ricca documentazione cartografica (nella serata saranno tra l’altro esposte mappe storiche della Collezione Cintori di Modena), iconografica e fotografica. Nel libro sono presenti, infatti, immagini di Franco Fontana, Gideon Bechman, Beppe Zagaglia, Romano Gualdi, Corrado Fanti, Luciano Romano e altri. Il volume raccoglie, inoltre, testi di Vanni Bulgarelli, Alessandro Chiusoli, Mariella Zoppi Andrea Kipar, Franco Zagari.

In questo luogo straordinario, si legge nell’invito all’iniziativa in riferimento a Villa Sorra, il rapporto fra architettura, territorio e ambiente vive di uno stretto legame identitario inscindibile, che per la collettività ha un valore irrinunciabile. Infatti, prosegue il testo, rappresenta la testimonianza della storia e della vita delle persone, fatte di sogni, speranze, sacrifici, lavoro, necessità e problemi. Riprendendo le parole dell’autore, “comprendere il ‘genius loci’ di Villa Sorra, vuol dire saper percepire, vedere, comprendere e ascoltare tutto questo”.

L’iniziativa del Comune di Castelfranco Emilia in collaborazione con quelli di Modena, S. Cesario e Nonantola ha il patrocinio dell’associazione per Villa Sorra “XVS”, e degli ordini provinciali degli Architetti, degli Ingegneri e dei Dottori agronomi e forestali.