Contenuto Principale












 






______________


 

Modena, ora ci siamo. I gialloblù ribaltano la Samb, il Braglia esulta
Cronaca - In evidenza
Domenica 16 Aprile 2017 00:11
altSeconda vittoria consecutiva in casa per il Modena di mister Capuano, vero protagonista di una giornata nuovamente importante nella corsa salvezza dei gialloblù. Mister Capuano ha preso in mano il Modena quando i gialloblù distavano 3 punti dalla quintultima in classifica. E sono bastate le ultime due partite per arrivare ad un vantaggio di + 5. Finisce 2-1 con le reti, entrambe di testa, di Diop su assist di Basso e di Loi, pochi istanti dopo la sua entrata in campo, servito da Calapai. Due reti, arrivate nella ripresa come quella dello svantaggio, quando Manfredini ha dormito un pochino su un tiro non superlativo. Primo tempo equilibrato, quindi e tutto che succede nella ripresa dove il Modena trova quella vittoria capace di rendere più reale il traguardo salvezza. In un Braglia che esulta insieme a Capuano, sotto la curva a guadagnarsi applausi meritati. Perché la panchina, spesso, è più importante di quando succede in campo. E lui la panchina la sal leggere ed interpretare molto bene.

Con questa vittoria la salvezza del Modena è sempre più reale. Con 40 punti in classifica , a + 5 dal Teramo, quint'ultimo.

Clicca qui per guardare ed aprire la classifica del girone B, aggiornata alla 35esima giornata.

Nella foto la palla colpita dalla testa di Loi finisce in rete segnando il vantaggio (definitivo) del Modena

MODENA 2
SAMBENEDETTESE 1

RETI: 55' Sorrentino, 69' Diop, 74' Loi
MODENA (3-5-1-1): Manfredini; Ambrosini, Milesi, Fautario (60' Basso); Calapai, Remedi, Giorico, Schiavi (60' Loi), Popescu; Nolè (75' Olivera); Diop. A disp.: Costantino, Marino, Accardi, Zucchini, Guardiglio, Salifu, Chiossi, Ravasi. All.: Ezio Capuano
SAMBENEDETTESE (4-3-3): Aridità; Rapisarda, Mattia, Di Pasquale, Grillo; Sabatino, Damonte (52' Bacinovic), Lulli (74' Di Massimo); Vallocchia (84' Latorre), Sorrentino, Mancuso. A disp.: Pegorin, Radi, Di Filippo, Ntow, Pezzotti, Candellori, Bernardo, Agodirin. All.: Stefano Sanderra
ARBITRO: sig. Pasciuta di Agrigento
NOTE: ammoniti Remedi, Diop, Giorico, Aridità.