Contenuto Principale












 






______________


 

Ambiente: Per la raccolta rifiuti mezzi inquinanti in centro storico
Cronaca - In evidenza
Martedì 21 Marzo 2017 09:23
altInquinanti, rumorosi a tratti spericolati e quindi potenzialmente pericolosi. Sono i mezzi che il Comune di Modena autorizza a scorrazzare per le vie e le piazze anche 
pedonali del centro di Modena utilizzati per la raccolta dei rifiuti. Le scene che si registrano a Modena ogni giorno non hanno pari in ormai nessun altra città dove l'accesso al centro storico, e soprattutto alle zone pedonalizzate, rispettano i più stretti vincoli legati all'impatto ambientale. Sia per i mezzi privati ma anche e soprattutto per i mezzi pubblici, e di servizio pubblico. Regole che sembrano non valere proprio per chi, sul fronte istituzionale, è tenuto ad eleborarle e ad applicarle. A Modena i mezzi che accedono e si muovono in centro storico per la raccolta dei rifiuti, che diversi cittadini hanno segnalato e registrato in immagini in questi giorni, non sono elettrici e nemmeno ecologici, bensì di notevole stazza, diesel e nemmeno di ultima generazione. In più operano in orari totalmente non consoni alla vivibilità urbana. L'immagine si riferisce ad uno di questi mezzi in sosta ed in transito in piazza Mazzini. E' venerdì pomeriggio, intorno alle ore 17, in piena area pedonale. Tanta gente passeggia, si gusta un gelato o siede sulle panchine. Ma il rumore del motore diesel del mezzo in manovra sovrasta le chiacchere e fa cambiare il sapore anche del gelato di una ragazza che sulla panchina si sta gustando in gelato. La guida dell'autista peggiora l'impatto. Dopo una sosta di 5 minuti, accende il mezzo, fa manovra e parte accellerando, con uno sbuffo di gas grigio. Sfiora persone in piedi e sedute sulla panchine e si avvia verso via Emilia. Accellerando supera anche il muretto della pavimentazione della piazza nello stretto passaggio davanti alla pizzeria al taglio. Un passaggio dove il camion passa a misura, con a lato negozi, e la rivendita di pizza al taglio e dall'altro il patio della pizzeria. Sfiorando e facendo scansare e scansando numerosi pedoni. Scene simili si registrano anche in piazza XX settembre, dove all'impatto ambientale di mezzi diesel ed ingombranti è aumentato dal fatto che il carico dei rifiuti avviene solitamente in ora di pranzo, proprio nel momento in cui la piazza è frequentata maggiormente, ora anche nelle aree esterne. Elemento che stupisce perché cozza soprattutto in una città dove le misure per i privati cittadini sono stringenti e sempre più vincolanti e dove si propongono manovre antismog che bandiscono i diesel anche soltanto nella cintura intorno al centro storico viene autorizzata l'attività di mezzi così inquinanti ed impattanti anche in aree pedonalizzate.