Contenuto Principale












 






______________


 

Ricostruzione, Bargi e Bettuzzi (Lega Nord): "Prorogare i termini. Ancora troppe case inagibili"
Cronaca - In evidenza
Giovedì 19 Gennaio 2017 15:40
altLa ricostruzione post sisma dell'Emilia procede a rilento. Troppi fabbricati sono ancora inagibili. Per questo è indispensabile prorogare di almeno un altro anno i termini per la ricostruzione post-sisma, dal momento che l’emergenza è ben lontana dall’essere superata. A sottolinearlo sono il Consigliere regionale della Lega Nord, Stefano Bargi, ed il segretario segretario provinciale di Modena, Giuseppe Bettuzzi.  
"Dall’Emilia ferita dal sisma a Roma - si legge in una nota - la Lega Nord chiede di fare in fretta e di adottare le necessarie misure per affrontare quella che sta progressivamente slittando fuori dall’agenda delle emergenze del Governo. Un apposito emendamento (con un ordine del giorno) è stato depositato in Commissione, al Senato, a firma dei senatori Calderoli, Arrigoni e Comaroli, fattisi portavoce delle necessità del territorio emiliano, ancora alle prese con una ricostruzione che stenta.
"Abbiamo chiesto al Governo, per voce dei nostri rappresentanti in Parlamento – dicono Bargi e Bettuzzi - di adottare le opportune iniziative dirette ad un ulteriore proroga dei termini, all'esenzione dall'applicazione dell'Imu per i fabbricati oggetto di ordinanze di sgombero (in quanto inagibili). La ricostruzione procede, ma ancora siamo lontani dal completamento di tutte le opere necessarie – sottolineano Bargi e Bettuzzi –. Ribadiamo il nostro impegno per mantenere alta l’attenzione sulle necessità dei cittadini emiliani terremotati, che non vogliamo vengano dimenticati"