Contenuto Principale












 






______________


 

Erre nord, è ufficiale: gli stranieri sono all'80%
Cronaca - In evidenza
Giovedì 15 Settembre 2016 23:14

altFino ad ora c'era la solo la consapevolezza di sentirsi stranieri in patria, passando da li, ma numeri ufficiali sulla quantità di stranieri che vivono e che gravitano giorno e notte nell'area dell'Erre Nord, ancora non ne erano stati diffusi.

La risposta è arrivata proprio dal Comune, proprietario del 50% degli dei 227 appartamenti del comparto residenziale da 10 anni oggetto di un intervento di riqualificazione per farlo riemergere dalla palude di un degrado creato negli ultimi 15 anni, e che permane. E lo ha fatto presentando i lavori di riqualificazione da un milione di euro presentati alla cittadinanza giovedì 15 settembre, e che hanno visto coinvolti Comune e Coop Alleanza 3.0.

I residenti sono passati da 426 nel 2008 a 344, le famiglie da 264 (di cui 237 straniere) a 152 (di cui 121 straniere). E 121 famiglie straniere sulle 152 totali residenti fa una percentuale dell'80%. Ed ecco che la percezione degli italiani nel sentirsi stranieri o italiani in un ghetto di stranieri trova fondamento nei numeri. 

Ad oggi la metà degli appartamenti occupati per l'80% da stranieri sono pubblici, acquistati prevalentemente dal Comune attraverso la società di scopo Cambiamo. Il tutto per 20 milioni di euro pubblici spesi fino ad ora dal Comune, anche attraverso fondi regionali. 
 
Gli alloggi acquistati dal pubblico sono 132; le riqualificazioni con accorpamento hanno già riguardato 55 minialloggi e 26 sono in corso di ultimazione. A oggi il totale delle unità abitative si è ridotto da 273 a 227 e la previsione a conclusione dei lavori è di arrivare a 226 unità (una riduzione del 25 per cento), incrementando anche la sicurezza dei corpi scala rispetto alla prevenzione incendi e dei parcheggi coperti a piano terra. E si, perchè i 227 appartamenti insistono solo su due scale che in caso di calamità, incendio o sisma, creerebbero non poche difficoltà.