Contenuto Principale












 






______________


 

Ex Amcm, un bando per tutti: ecco il modello-Emilia
Attualità - Copia di In evidenza
Lunedì 06 Febbraio 2017 09:39
altC'è un cantiere da 35 milioni da fare: 36 mesi di lavori, pagano Comune e Regione. Si tratta del tanto promesso recupero dell'ex Amcm. Il bando scade il 30 novembre 2016, ma non si presenta nessuno. Viene prorogato al 9 gennaio 2017. Stavolta una busta viene depositata, all'apertura in municipio pochi giorni si scopre che è una Ati. Dentro ci sono tutti: la cooperativa Cmb, l'Aec di Zaccarelli, il Coseam che fa riferimento a Piacentini costruzioni e ancora Neri, Garc, Politecnica e Arkè.
Una festa: c'è la Cmb che finanziò la campagna elettorale di Muzzarelli con 7.500 euro e c'è la AeC coinvolta nell'inchiesta 'Cemento farlocco' a Finale, ma che ha comunque vinto l'appalto della Provincia di Modena da 3,1 milioni per il rifacimento di un ponte a Bomporto danneggiato dopo il sisma. La AeC, il cui presidente Stefano Zaccarelli dopo lo scandalo finalese si dimise (dall'azienda e dall'Ance) per lasciare spazio in azienda allo zio Arturo, è stata anch'essa nel 2014 tra i finanziatori della campagna di Muzzarelli con 3mila euro.
C'è, nella Ati per l'ex Amcm, Politecnica, cooperativa della quale è stato presidente per 32 anni l'assessore ai lavori pubblici Gabriele Giacobazzi e che dal 2011 è presieduta dalla vicepresidente di Legacoop Estense Francesca Federzoni, e c'è il consorzio Coseam che fa riferimento al gruppo Piacentini che ha chiuso il 31 ottobre scorso il quotidiano modenese Prima Pagina ma che è ancora socio nell'Unità renziana, insieme al milanese Pessina costruzioni (il quale pochi mesi fa ha vinto a Modena un appalto da 11 milioni per la riqualificazione del Sigonio).
C'è tutto insomma: il Movimento 5 Stelle di Modena attacca e parla di 'soliti nomi' e di deteriore 'modello emiliano'. Ma è così. Funziona così. Una sola busta per mettere d'accordo tutti e con un bando da 35 milioni spazio ce n'è..

LA PRECISAZIONE DI PIESSE - UNITA' SRL

in riferimento all’articolo pubblicato sul vostro sito dal titolo: "Ex Amcm, un bando per tutti: ecco il modello Emilia"  precisiamo che è errato quanto scrivete a proposito della partecipazione del Gruppo Piacentini costruzioni alla compagine societaria di Unità srl che vede, invece, socio di maggioranza la Piesse all’80% e, di minoranza, il Partito democratico col 20%.