Contenuto Principale












 






______________


 

Oltre 3 milioni per fragilità e povertà. Gli interventi nel modenese
Attualità - Copia di In evidenza
Domenica 09 Ottobre 2016 16:04

Ammontano a quasi tre milioni le risorse regionali messe a del territorio modenese per gli interventi integrati (sociali, sanitari, del lavoro e della formazione) a favore delle persone fragili: disoccupati di lunga durata, giovani in drop out scolastico, ma anche disabili in situazioni di fragilità, pazienti psichiatrici a rischio di esclusione e persone con esiti di dipendenze patologiche; a questa somma si aggiungono 300 mila euro stanziati dai Comuni.

Le risorse finanziano i Piani di distretto di Modena, Carpi, Castelfranco Emilia, Mirandola, Sassuolo Vignola e il Frignano che coinvolgono circa 1.500 utenti in tutti i comuni modenesi.

La Conferenza territoriale sociale e sanitaria della provincia di Modena ha illustrato, nei giorni scorsi, ai rappresentanti di associazioni di categoria e sindacati, la ripartizione delle risorse sul territorio modenese decisa dalla Regione che si occuperà anche della loro assegnazione agli enti di formazione, tramite appositi bandi.

«Per la prima volta - ha affermato Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Conferenza - si affronta questo problema in modo integrato tra i diversi servizi con l'obiettivo di rendere transitorie la situazioni di difficoltà evitando il rischio marginalità. Le risorse consentono la realizzazione di una serie di strumenti per favorire l'inclusione delle fasce fragili, in particolare quelle colpite dalla crisi economica. I fondi scaturiscono dalla legge regionale 14 del 2015, uno dei primi strumenti innovativi e attuativi del Patto regionale per il lavoro».

Gli strumenti individuati nei Piani di distretto riguardano gli interventi di orientamento e supporto sul lavoro compresi i tirocini formativi (un nuovo strumento previsto dalla legge regionale), puntando sulle motivazioni e responsabilizzazione.

In base alla ripartizione decida dalla Conferenza al distretto di Modena andranno oltre 900 mila euro, Carpi 500 mila euro, Castelfranco Emilia 360 mila, Mirandola 403 mila, Sassuolo 564 mila, Vignola 414 mila e il distretto del Frignano 184 mila euro.