Contenuto Principale












 






______________


 

Profughi nelle aree terremotate, Platis (FI): "Anziché nuovi agenti e mezzi per la sicurezza, vengono inviati nuovi profughi"
Attualità - Copia di In evidenza
Venerdì 17 Febbraio 2017 00:08
alt“Da mesi i nostri Sindaci dovevano andare dal Prefetto a chiedere agenti e mezzi, invece gli unici risultati ottenuti sono stati l’arrivo dei primi duecento profughi.” È questo il sarcastico commento di Antonio Platis a seguito dell’incontro tra gli otto sindaci della bassa ed il Prefetto.
“Nel cratere ci sono circa 12mila persone fuori casa, l’emergenza sicurezza è esplosa in tutta la sua forza e le Amministrazioni Comunali non possono avere il tempo di inseguire e assecondare le esigenze dei profughi. Alcuni di quelli arrivati nel 2011 sono ancora ‘sul groppone’ delle casse pubbliche.

“Al 31.12.2016 – ricorda Platis – sono stati richiesti contributi per 26.398 unità immobiliari di cui 19.500 abitazioni e 6.898 attività economiche (1.858unità ad uso produttivo, 1.961 ad uso commercio, 870 ad uso ufficio, 2.209 ad uso deposito). Altre 1.317 unità immobiliari hanno avanzato la richiesta (cosiddetta prenotazione) ma non hanno ancora formalizzato la domanda di contributo.
A fine 2016 risultano completati 4.878 cantieri pari a 11.841 abitazioni e 3.338 attività economiche.
E tutti gli altri? Aspettano.”

Nella foto: alcuni cittadini di Mirandola in collegamento con la trasmissione di Rete 4, Dalla Vostra Parte, condotta da Maurizio Belpietro, giovedì sera.