Contenuto Principale












 






______________


 

Pd, la scissione e gli inni opposti: Bandiera rossa e Bianco fiore
Opinioni - Opinioni
Domenica 19 Febbraio 2017 22:23
altdi Giuseppe Leonelli

Mentre a Roma, tra protagonismi e venti di scissione, si celebra l'assemblea del Pd i big (si fa per dire) Dem modenesi si cimentano in divertenti esercizi sui social network. Il governatore della Regione Stefano Bonaccini è sempre il più ottimista: "Da due anni sono presidente dell'Emilia-Romagna e non abbiamo vissuto una sola mezza giornata di crisi o litigi, nel Pd e nella maggioranza di governo".
Mai ma proprio mai eh... Loro non litigano mai che, da buoni compagni, la torta si divide meglio se non ci si accapiglia. Uno fa le fette e l'altro decide per primo quale prendere...
Eppure un po' di astio cova sotto le ceneri della fredda spartizione del potere.
Un astio musicale potremmo dire.
Il consigliere regionale democristianissimo Pd Giuseppe Boschini scrive: "Ma se pensate ancora che Bandiera Rossa sia il vostro inno ideale, ma perché allora siete entrati nel Pd?". Già perchè?
Avanti popolo alla riscossa! E subito il parlamentare ex comunista Pd Davide Baruffi si aggrappa a youtube e rispolvera l'inno della Dc 'O bianco fiore'. - commenta un ringalluzzito Boschini.
Così: Bianchi da una parte e Rossi dall'altra. Alla don Camillo e Peppone, alla faccia del Lingotto e della fusione.
Ma a mettere tutti zitti ci pensa l'ex sindaco Giorgio Pighi che pochi anni fa fu costretto proprio da Baruffi a beccarsi Boschini come vicesindaco: una promozione che fu il trampolino di lancio per le ambizioni bolognesi dell'ex segretario della Margherita. "Con questo livello di confronto andiamo a sbattere - dice Pighi -. Ogni periodo storico ha i suoi inni. Immortale, evidentemente, l'anticomunismo che ogni tanto tende a riprodurre le sue funeste semplificazioni>.
No all'anticomunismo insomma e no anche al comunismo, ma non dividiamoci eh... Mai!
Che la torta è ancora calda sopra al davanzale...