Contenuto Principale












 






______________


 

Smog, l'esperto svela le nudità del re: "Dal Comune provvedimenti inutili e tardivi".
Opinioni - Opinioni
Domenica 05 Febbraio 2017 02:07
alt di Giuseppe Leonelli "Volevo annunciarvi che i ridicoli, insufficienti e tardivi provvedimenti anti smog di domani come vietare di bruciare sterpaglie, usare il caminetto, usare cinquantini due tempi non catalizzati a miscela e altre simili sono completamente inutili dato che oggi e soprattutto domani e lunedì pioverà anche parecchio". Almeno qualcuno lo dice chiaro e tondo: l'inutile propaganda ecologica dell'amministrazione comunale è 'ridicola', 'insufficiente' e 'tardiva'. E a dirlo non è il solito consigliere di opposizione o qualche ribelle di Sel che in un attimo di lucidità ricorda che il suo partito aveva nel nome la parola Ecologia e non 'servilismo Pd'.
A dirlo non sono costoro, ma è , dal suo profilo FB, il meteorologo dell'università di Modena Luca Lombroso, il massimo esperto in questo campo della nostra provincia e non solo. "La strada maestra è passare a sistemi di produzione di energia, ma anche e soprattutto di trasporti, puliti" - dice Lombroso.
Ma su questo, a parte gli slogan del Comune con blocchi della circolazione, a parte gli annunci di Seta (il cui presidente Bulgarelli guarda caso contribuì alla scrittura della campagna elettorale di Muzzarelli) che fa demenziali sconti alla Coop per chi viaggia sui bus, a parte i fervorini del presidente di Amo da Friburgo (quel Burzacchini scelto senza avere partecipato al bando per diventare amministratore)... Ecco su questo chi governa la città tace.
Chi governa Modena maschera le proprie politiche surreali in tema ambientale dietro la presidenza delle Città sane concessa alla sempre fedele al Pd Simona Arletti (pagando per questa presidenza anche 20mila euro all'anno di soldi pubblici). Le maschera dietro ai blocchi del traffico e agli inviti a non accendere il camino. O a non bruciare sterpaglie. Si, proprio così: sterpaglie. Fino al 7 febbraio. Come se a Modena in questi giorni il problema fosse quello di limitare schiere di persone determinate ad accendere e ad alimentare roghi di scarti vegetali nel proprio cortile.  
Ma in un territorio che per propria conformazione è tra i più inquinati del mondo, invece di mettere in campo misure drastiche, al di là di certe baggianate, l'amministrazione comunale ha dato il suo sì all'aumento del biglietto dell'autobus (passato sei mesi fa da 1,20 a 1,50 euro), ha fatto sempre propri gli appelli per costruire in fretta Cispadana e Bretella (perchè così si snellisce il traffico, perchè lo dicono anche gli Ecodem di Vaccari, perchè bisogna far lavorare le imprese cavolo, che poi loro si alleano per i bandi come dimostra il caso ex-Amcm con l'unica busta presentata che unisce da Coseam a Aec, da Cmb a Politecnica) e pochi anni fa con una delibera ferragostana ha anche ampliato la capacità di accogliere rifiuti dell'inceneritore di Modena.
E vissero tutti felici e contenti.
Questa è la realtà. E a quel 'ridicoli' gridato da Lombroso il Comune come risponderà? Aspettiamoci un dossier strapagato che dimostri come Lombroso sia un pazzo. Perchè il re continua ad essere splendidamente vestito.