Contenuto Principale












 






______________


 

Referendum, Foti (FdI-AN): "In Regione si può discutere della riforma istituzionale"
Attualità - Copia di In evidenza
Venerdì 04 Novembre 2016 14:47

alt

"Il furbesco tentativo, esperito in sede di conferenza dei capigruppo e avvallato dalla maggioranza dell'ufficio di presidenza della regione Emilia-Romagna, di trasferire al Corecom la decisione sullo svolgimento di una seduta consiliare per discutere del progetto di riforma costituzionale è miseramente fallito.

La risposta resa alla Regione dal Corecom, non lascia dubbio alcuno: in assemblea del referendum si può discutere, senza se e senza ma. Come, in splendido quanto gradito isolamento, avevo sostenuto nelle riunioni dei predetti organi, la formulazione dell'ordine del giorno dell'assemblea compete, infatti, agli stessi e solo agli stessi.

Non so quale altro tartufesco inghippo verrà architettato per impedire ai consiglieri regionali di dire, come è loro diritto, la propria su una riforma che pesantemente incide sulle competenze e l'organizzazione della Regione.

Ciò che è certo, dopo il parere del Corecom, è che gli azzeccagarbugli del centro-sinistra, ma non solo, come i noti pifferai partirono per suonare e finirono suonati", lo afferma, in una nota, Tommaso Foti, capogruppo in regione Emilia-Romagna di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, che nella seduta del 25 ottobre aveva espresso, proprio per le ragioni suindicate, il proprio motivato dissenso sulla formulazione dell'ordine del giorno dell'assemblea legislativa.