Contenuto Principale

Carpi futura e M5S richiamano il Prefetto sulle firme per il referendum: "Non se ne lavi le mani"

"Con riferimento alla richiesta dei gruppi consiliari di Carpi Futura e Movimento 5 Stelle per permettere ai consigli...

Bocciato a Carpi il Consiglio di Frazione, Lega nord: Che ne pensa la Regione?

“Il 14 luglio 2016 il Consiglio comunale di Carpi respingeva a maggioranza dei voti espressi una proposta di de...

Partiti i lavori sulla strada tra Carpi e Novi di Modena

Sono partiti mercoledì 26 ottobre, i lavori di ripristino e manutenzione del fondo stradale lungo la strada prov...

Referendum, a Carpi duello a sinistra tra il Si e il No. Appuntamento per il 24 ottobre

Duello a tutto a sinistra sul referendum. A Carpi (Modena) al Circolo Kalinka lunedì 24 ottobre alle ore 21.00 c...

Referendum, a Carpi cercano scrutatori. Domande entro il 5 novembre

In vista del Referendum Costituzionale che si terrà il 4 dicembre, gli elettori iscritti all'Albo degli Scrutato...

  • Carpi futura e M5S richiamano il Prefetto sulle firme per il referendum: "Non se ne lavi le mani"

  • Bocciato a Carpi il Consiglio di Frazione, Lega nord: Che ne pensa la Regione?

  • Partiti i lavori sulla strada tra Carpi e Novi di Modena

  • Referendum, a Carpi duello a sinistra tra il Si e il No. Appuntamento per il 24 ottobre

  • Referendum, a Carpi cercano scrutatori. Domande entro il 5 novembre












 






______________


 

Attenzione alle finte bollette Enel, si tratta di una truffa
Attualità - Copia di In evidenza
Venerdì 17 Luglio 2015 20:03

alt

Ha le sembianze di una bolletta vera e propria, eppure si tratta di un tentativo di raggiro. Occhio alle email con le finte richieste di pagamento di Enel

L'ultima truffa che viene recapitata nelle caselle dei consumatori ha come mittente un indirizzo email che, a uno sguardo poco attento, dovrebbe essere ricondotto a una società del gruppo Enel. Potrebbero dunque sembrare delle normali bollette, invece sono dei veri e propri tentativi di raggiro che mirano a bloccare il nostro computer e i tutti i dati contenuti, con l'obiettivo di richiedere un riscatto per renderli nuovamente disponibili.

Come si presenta la finta bolletta
La bolletta viene recapitata anche a chi non è effettivamente cliente Enel e contiene dati di fantasia (numero chiente e codice fiscale), mentre il nome dell'intestatario è effettivamente quello del proprietario dell'email. Si invita quindi a cliccare su un indirizzo per scaricare la fattura e, a questo punto, si viene indirizzati su un sito clone.
Qui il malcapitato viene invitato a scaricare la finta bolletta che, in realtà, è un virus capace di bloccare il computer e i dati. Per sbloccare i contenuti del computer viene quindi richiesto un riscatto. Si tratta ovviamente di una truffa, per cui Enel consiglia vivamente di non aprire gli allegati e di non cliccare su nessun link segnalato all'interno della mail.

I numeri verdi
Enel ha voluto a precisare che le sue procedure non prevedono in nessun caso la richiesta di fornire o verificare dati bancari o codici personali. La raccomandazione, perciò, è quella di non cliccare sul link segnalato nelle email. L'azienda ha messo a disposizione i numeri verdi 800 900.800 (per Enel servizio elettrico) e 800 900.860 (per Enel energia) per i clienti che dovessero ricevere email sospette e che volessero segnalare l'accaduto. È possibile utilizzare anche i negozi Enel presenti sul territorio.