Contenuto Principale

Carpi futura e M5S richiamano il Prefetto sulle firme per il referendum: "Non se ne lavi le mani"

"Con riferimento alla richiesta dei gruppi consiliari di Carpi Futura e Movimento 5 Stelle per permettere ai consigli...

Bocciato a Carpi il Consiglio di Frazione, Lega nord: Che ne pensa la Regione?

“Il 14 luglio 2016 il Consiglio comunale di Carpi respingeva a maggioranza dei voti espressi una proposta di de...

Partiti i lavori sulla strada tra Carpi e Novi di Modena

Sono partiti mercoledì 26 ottobre, i lavori di ripristino e manutenzione del fondo stradale lungo la strada prov...

Referendum, a Carpi duello a sinistra tra il Si e il No. Appuntamento per il 24 ottobre

Duello a tutto a sinistra sul referendum. A Carpi (Modena) al Circolo Kalinka lunedì 24 ottobre alle ore 21.00 c...

Referendum, a Carpi cercano scrutatori. Domande entro il 5 novembre

In vista del Referendum Costituzionale che si terrà il 4 dicembre, gli elettori iscritti all'Albo degli Scrutato...

  • Carpi futura e M5S richiamano il Prefetto sulle firme per il referendum: "Non se ne lavi le mani"

  • Bocciato a Carpi il Consiglio di Frazione, Lega nord: Che ne pensa la Regione?

  • Partiti i lavori sulla strada tra Carpi e Novi di Modena

  • Referendum, a Carpi duello a sinistra tra il Si e il No. Appuntamento per il 24 ottobre

  • Referendum, a Carpi cercano scrutatori. Domande entro il 5 novembre












 






______________


 

Carpi, legge regionale parità. Il commento di Depietri e Gasparini
Provincia - Carpi
Giovedì 26 Giugno 2014 17:35

E’stata approvata ieri dall’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia Romagna la nuova Legge quadro per la parità e contro le discriminazioni di genere, 45 articoli per dieci ambiti di intervento.  Il provvedimento prevede nuove norme da inserire nella prossima legge elettorale regionale (la doppia preferenza), parità d’accesso alle società controllate dalla Regione, iniziative per favorire in tutte le scuole un approccio multidisciplinare e interdisciplinare al rispetto delle differenze e al superamento degli stereotipi.

E ancora interventi in campo sanitario e della prevenzione alla violenza di genere, e per la promozione dell’autonomia economica delle donne. La nuova Legge si occupa poi pure della promozione di azioni dirette “a contrastare la discriminazione dell’immagine femminile nella pubblicità e nei mezzi di informazione e comunicazione, nonché a favorire la rappresentazione autentica dei generi e realistica della donna”.

Prevista infine l’etichetta Ged (Gender equality and diversity label) assegnata alle realtà imprenditoriali che si sono distinte per comportamenti virtuosi nel campo della parità di genere.

L’approvazione della nuova Legge quadro, avvenuta ad ampia maggioranza, viene salutata con favore dalle assessore Daniela Depietri (Sociale) e Stefania Gasparini (Pari Opportunità) che ribadiscono come anche la città di Carpi abbia dato un proprio importante contributo per far sì che  si raggiungesse questo risultato, con oltre 600 firme raccolte nei mesi scorsi a sostegno del provvedimento.

“Una Legge importante e attesa – dicono Depietri e Gasparini - per il suo percorso, lungo e partecipato, per i suoi contenuti innovativi ma esito di buone pratiche ormai consolidate, per il metodo di condivisione che l’ha caratterizzata – condivisione tra schieramenti e gruppi politici diversi, condivisione tra donne e uomini, tra istituzioni regionali e locali, tra mondo delle istituzioni e mondi sociali, associativi, professionali. Il testo approvato è il risultato di un lungo percorso di conoscenza e approfondimento, svolto anche attraverso visite nei Centri antiviolenza, che ha coinvolto le donne di tutta la regione e che ora dovrà essere messo in pratica dall’azione amministrativa degli enti locali, sul territorio. A Carpi siamo pronte”.