Contenuto Principale

Carpi futura e M5S richiamano il Prefetto sulle firme per il referendum: "Non se ne lavi le mani"

"Con riferimento alla richiesta dei gruppi consiliari di Carpi Futura e Movimento 5 Stelle per permettere ai consigli...

Bocciato a Carpi il Consiglio di Frazione, Lega nord: Che ne pensa la Regione?

“Il 14 luglio 2016 il Consiglio comunale di Carpi respingeva a maggioranza dei voti espressi una proposta di de...

Partiti i lavori sulla strada tra Carpi e Novi di Modena

Sono partiti mercoledì 26 ottobre, i lavori di ripristino e manutenzione del fondo stradale lungo la strada prov...

Referendum, a Carpi duello a sinistra tra il Si e il No. Appuntamento per il 24 ottobre

Duello a tutto a sinistra sul referendum. A Carpi (Modena) al Circolo Kalinka lunedì 24 ottobre alle ore 21.00 c...

Referendum, a Carpi cercano scrutatori. Domande entro il 5 novembre

In vista del Referendum Costituzionale che si terrà il 4 dicembre, gli elettori iscritti all'Albo degli Scrutato...

  • Carpi futura e M5S richiamano il Prefetto sulle firme per il referendum: "Non se ne lavi le mani"

  • Bocciato a Carpi il Consiglio di Frazione, Lega nord: Che ne pensa la Regione?

  • Partiti i lavori sulla strada tra Carpi e Novi di Modena

  • Referendum, a Carpi duello a sinistra tra il Si e il No. Appuntamento per il 24 ottobre

  • Referendum, a Carpi cercano scrutatori. Domande entro il 5 novembre












 






______________


 

Presentati i dati 2013 dell'attività delle Polizie Municipali della provincia di Modena
In evidenza - Cronaca
Venerdì 04 Aprile 2014 16:06

Tra il 2012 e il 2013 le Polizie municipali del territorio provinciale hanno aumentato i controlli dei veicoli, passati da 109.733 a 131.825, ma con un numero di verbali per violazioni al Codice della strada leggermente in calo (da 161.746 a 158.790) e un numero di incidenti stradali sostanzialmente analogo (4.992 nel 2012, 5007 nel 2013). Le patenti di guida ritirate sono state 1.252 (1.316 nel 2012) e gli automezzi fermati o sequestrati 1.646 (1.754 l’anno precedente).

Sono alcuni dei dati riassuntivi dell’attività 2013 dei 18 Corpi di Polizia municipale riuniti al cosiddetto Tavolo dei comandanti, un organismo di coordinamento costituito nel 2011 che, presieduto dal comandante della Municipale del capoluogo Franco Chiari, ha consentito di definire strategie di intervento condivise per l’azione delle Polizie locali.

altIn totale sono 642 gli operatori delle municipali in servizio nei 18 Corpi indipendenti formati a livello intercomunale o di Unione. Agiscono su un territorio di 2 mila 688 chilometri quadrati in cui vivono oltre 700 mila abitanti. I mezzi a disposizione per i servizi d’istituto sono 290.

Nel corso del 2013 sono stati 1.515 i reati accertati (1.964 nel 2012), 54 le persone arrestate (66 nel 2012) e 1049 le denunce (1209 nel 2012). I controlli nei cantieri edili sono stati 1895 (1878 nel 2012) e hanno consentito di accertare 279 violazioni (226 nel 2012).

I controlli commerciali sono stati 5335 (7272 nel 2012) e hanno portato ad elevare 644 verbali (629). Sul fronte ambientale i controlli eseguiti sono stati 1829 (1287 nel 2012) e le violazioni accertate 608 (453 nel 2012).

Gli studenti che hanno seguito corsi di educazione stradale sono stati 24.172 (23.351 nel 2012). Il 7 giugno scorso si è svolta “Notte sicura” operazione combinata di controllo notturno stradale per prevenire e reprimere l’abuso di sostanze stupefacenti e alcol alla guida, con l’impiego simultaneo di personale di tutte le Municipali della provincia.

“Controllo dei veicoli in transito, tutela dell’ambiente e della sicurezza sui posti di lavoro – sottolinea Franco Chiari coordinatore del tavolo dei comandanti - sono stati interventi importanti nel complesso del lavoro che siamo chiamati a svolgere quotidianamente. Sono aumentati sensibilmente i servizi stradali per la verifica del rispetto delle norme del Codice della Strada per la sicurezza degli automobilisti e degli utenti della strada. Registriamo un leggero calo il numero delle sanzioni elevate.

Aumentate anche le verifiche nei cantieri edili e in luoghi a rischio ambientale. In questi ambiti sono aumentate anche le sanzioni che abbiamo elevato, insieme a personale di altri enti, per il mancato rispetto di norme di sicurezza e igiene, anche elementari.

Sul fronte del commercio – prosegue Chiari - pur avendo effettuato un numero minore di controlli le irregolarità registrate a danno degli utenti sono aumentate. Ma l’importanza del nostro ruolo e del saperci coordinare si è evidenziato, come per il sisma del 2012, durante l’emergenza del gennaio scorso per l’alluvione causata dal fiume Secchia. La nostra sala operativa è stata per giorni il centro di coordinamento degli interventi nei vari comuni colpiti. Azioni effettuate in modo razionale, per evitare doppioni e inutili perdite di tempo.”