Contenuto Principale

Carpi futura e M5S richiamano il Prefetto sulle firme per il referendum: "Non se ne lavi le mani"

"Con riferimento alla richiesta dei gruppi consiliari di Carpi Futura e Movimento 5 Stelle per permettere ai consigli...

Bocciato a Carpi il Consiglio di Frazione, Lega nord: Che ne pensa la Regione?

“Il 14 luglio 2016 il Consiglio comunale di Carpi respingeva a maggioranza dei voti espressi una proposta di de...

Partiti i lavori sulla strada tra Carpi e Novi di Modena

Sono partiti mercoledì 26 ottobre, i lavori di ripristino e manutenzione del fondo stradale lungo la strada prov...

Referendum, a Carpi duello a sinistra tra il Si e il No. Appuntamento per il 24 ottobre

Duello a tutto a sinistra sul referendum. A Carpi (Modena) al Circolo Kalinka lunedì 24 ottobre alle ore 21.00 c...

Referendum, a Carpi cercano scrutatori. Domande entro il 5 novembre

In vista del Referendum Costituzionale che si terrà il 4 dicembre, gli elettori iscritti all'Albo degli Scrutato...

  • Carpi futura e M5S richiamano il Prefetto sulle firme per il referendum: "Non se ne lavi le mani"

  • Bocciato a Carpi il Consiglio di Frazione, Lega nord: Che ne pensa la Regione?

  • Partiti i lavori sulla strada tra Carpi e Novi di Modena

  • Referendum, a Carpi duello a sinistra tra il Si e il No. Appuntamento per il 24 ottobre

  • Referendum, a Carpi cercano scrutatori. Domande entro il 5 novembre












 






______________


 

Caccia, parte la caccia ai cinghiali in provincia di Modena
Attualità - Copia di In evidenza
Lunedì 10 Ottobre 2016 07:00

altNelle prime due settimane di apertura della caccia alla selvaggina stanziale, come lepri e fagiani, sono stati quasi 200 i cacciatori controllati dalla Polizia provinciale di Modena. I controlli hanno portato a 40 verbali e due sequestri di selvaggina (per superamento dei limiti al carniere) e di munizioni di piombo in un'area umida dove queste sono vietate.

Le chiamate dei cittadini (al numero della Polizia provinciale 059 209525 attivo dalle ore 6,30 alle 18,30) per segnalare problemi sono state 35, soprattutto per il mancato rispetto delle distanze di sicurezza, un problema sottolinea Fabio Leonelli, comandate della Polizia provinciale, «sempre sentito dai cittadini che spesso ci segnalano la presenza di cacciatori vicino alle case. Ricordiamo che le distanze di sicurezza sono di 50 metri dalle strade e 100 dalle case mentre la sanzione prevista è di 206 euro».

Sullo svolgimento dell'attività venatoria sono stati impegnati i 16 agenti della Polizia provinciale e oltre 70 guardie volontarie che garantiscono, con il coordinamento degli agenti, la copertura del territorio.

I cacciatori modenesi sono oltre quattro mila più circa 1.500 da altre province.

Da questa settimana fino al 30 novembre la caccia prosegue con giornate a scelta del cacciatore (due a settimana) e nel frattempo è partita la caccia collettiva al cinghiale con i metodi della "braccata"(minimo 15 persone con più cani) e della "girata" (minimo quattro cacciatori e un solo cane) che avviene tutti i giorni, tranne martedì e venerdì, giornate di silenzio venatorio, e coinvolge oltre due mila doppiette abilitate dopo aver frequentato un corso autorizzato dalla Provincia.

Il calendario venatorio, da quest'anno unico regionale, dove sono elencati anche le limitazioni ai carnieri, le specie cacciabili e le modalità di caccia, è disponibile nel sito www.provincia.modena.it nella sezione Politiche faunistiche.