Contenuto Principale












 






______________


 

Sostegno alle aziende agricole in montagna per prevenire dissesto idrogeologico
Provincia - Appennino
Venerdì 06 Giugno 2014 02:00

alt“Il 95% dei Comuni dell’Emilia Romagna ha almeno una parte del territorio soggetto a rischio idrogeologico per le frane e le alluvioni. Tale situazione è favorita anche dall’abbandono dell’attività agricola, soprattutto nelle aree marginali dove è più importante la presenza degli uomini per la salvaguardia del territorio: tra il 1990 e il 2010 si è verificata una vera e propria fuga dalla collina e dalla montagna dell’Emilia-Romagna”.

Lo scrive Andrea Leoni in una interrogazione alla Giunta regionale per sapere come giudichi la situazione e la riduzione delle aziende agricole nelle zone collinari e montane dell’Emilia-Romagna.

Il consigliere chiede anche se sia intenzione dell’Amministrazione regionale dare concretezza alla prevenzione ambientale "con interventi e finanziamenti adeguati, anche sostenendo le imprese agricole nelle zone collinari e montane dell’Emilia-Romagna" e, in caso affermativo, in quali tempi e con quali modalità.

“Anche nella montagna della provincia di Modena le aziende agricole sono diminuite visto che nel 2000 erano 6.183 mentre nel 2010 sono scese a 4.119. La presenza di aziende agricole – fa notare Leoni - ha sempre fatto si che ci fosse una manutenzione dei lati dei fossi e delle strade, dei greti dei fiumi e delle aree boschive”.